logo

    • 05 NOV 19
    • 1
    Superamento del limite massimo dei turni di reperibilità e inadempimento contrattuale.

    Superamento del limite massimo dei turni di reperibilità e inadempimento contrattuale.

    In tema di turni aggiuntivi di pronta disponibilità, la reperibilità passiva del lavoratore in giorno festivo, consistente nell’obbligo di mera disponibilità ad un’eventuale prestazione lavorativa, non seguita dal godimento del riposo compensativo, non è idonea, di per sé sola, ad incidere sul tessuto psicofisico del lavoratore medesimo in modo tale da configurare un danno “in re ipsa”, atteso che il disagio patito per la reperibilità nel giorno festivo non seguita da effettiva attività lavorativa è già monetizzato dalla contrattazione collettiva. Ne consegue che, contrariamente alla diversa ipotesi della reperibilità attiva, in questo caso deve essere il lavoratore ad allegare specificamente e a provare, anche per presunzioni semplici, che la mera reperibilità passiva non seguita da riposo abbia inciso sul piano psicofisico fino al punto di provocare un danno alla salute. (Fonte: Avv. Ennio Grassini – dirittosanitario.net)

    Leave a reply →
  • Pubblicato da conenna maria in 23 Novembre 2019, 7:52

    BUONGIORNO SONO UN TSRM VORREI SAPERE NEL CASO DI REPERIBILITA’ ATTIVA DI UN FESTIVO E’ OBBLIGATORIO IL RIPOSO ? ENTRO QUANTO TEMPO ? ESISTE UNA LEGGE CHE REGOLAMENTA CIO’ ? COME MAI FINO AD OGGI LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE E’ STAT ZITTA?
    GRAZIE

      Rispondi →

    Fai un commento

    Cancella messaggio

    Ho letto e accetto l'Informativa sulla Privacy

    Photostream