logo

    • 02 MAG 18
    • 0
    Il datore di lavoro deve evitare situazioni lavorative conflittuali di stress forzato.

    Il datore di lavoro deve evitare situazioni lavorative conflittuali di stress forzato.

    Lo straining è una situazione lavorativa conflittuale di stress forzato in cui il lavoratore subisce azioni ostili anche se limitate nel numero e in parte distanziate nel tempo (quindi non rientranti, tout court, nei parametri del mobbing) ma tali da provocare in lui una modificazione in negativo, costante e permanente, della situazione lavorativa, atta ad incidere sul diritto alla salute, costituzionalmente tutelato; il datore di lavoro è tenuto ad evitare situazioni “stressogene” che diano origine ad una condizione che, per caratteristiche, gravità, frustrazione personale o professionale, può presuntivamente ricondurre a questa forma di danno anche in caso di mancata prova di un preciso intento persecutorio. (Fonte: Avv. Ennio Grassini – dirittosanitario.net)

    Leave a reply →

Fai un commento

Cancella messaggio

Ho letto e accetto l'Informativa sulla Privacy

Photostream