logo

    • 07 NOV 16
    • 0
    Francia: infermiere considerato lavoro usurante. Dai 55 anni in pensione.

    Francia: infermiere considerato lavoro usurante. Dai 55 anni in pensione.

    I lavori usuranti in Francia vengono così denominati a seconda che siano esposti ad un rischio particolare o ad una fatica eccezionale. Lo prevede il decreto 1306 del 26 dicembre 2003 e modifiche successive di cui l’ultima il 6 ottobre 2016, concernente il piano pensionistico dei dipendenti pubblici. Il diritto è riservato ai dipendenti pubblici, militari e civili, al raggiungimento dai 55 anni di età e che abbiano svolto almeno 17 anni di servizio nei lavori usuranti.
    Per i part time, i periodi di servizio sono rapportati al tempo pieno. La percentuale massima dell’assegno pensionistico non può superare il 75% degli ultimi sei mesi di lavoro.
    I lavori usuranti sono definiti per decreto dal Consiglio di Stato
    Sono riconosciuti usuranti i lavori di:
    infermieri;
    caregivers;
    osterriche;
    paramedici e assistenti a diretto contatto con il paziente;
    infermieri pediatrici.

    Una recente legge del 9 agosto 2016 ha poi istituito per tutti i datori di lavoro l’obbligo della tenuta del libretto dell’usura personale. Per quanto riguarda noi infermieri, il lavoro a turni viene considerato usurante se svolto per almeno 50 notti l’anno e per almeno 1 ora di lavoro tra la mezzanotte e le 5 del mattino.
    Tra le situazione di disagio prese in considerazione vi è: il sollevamento o trasporto di carichi superiori ai 15 kg per più di 600 ore annue; lo spostare o prendere da terra o ad un’altezza sopra le spalle, carichi di 10 kg o più, sempre per più di 600 ore annue; posizioni di torsione del tronco dai 30 gradi e più e di flessione del tronco a 45 gradi e più per 900 ore annue.
    Il libretto personale d’usura raccoglie ogni anno 8 punti se sottoposto a un fattore di rischio e 16 punti se sottoposto a più di un fattore.
    Ogni 10 punti si ha diritto ad uno sconto di anzianità lavorativa di un quadrimetstre fino ad un massimo di 2 anni.
    I punti così consolidati danno diritto a tre possibilità:
    1. un posto di lavoro dove non vi sia usura
    2. ottenere un part time senza perdita di retribuzione
    3. l’anticipo della pensione.

    Per il settore privato l’età minima per il pensionamento è di 62 anni. (Fonte: infermieristicamente.it)

    Leave a reply →

Fai un commento

Cancella messaggio

Photostream