logo

    • 31 MAG 17
    • 0
    Ferie estive. Che cosa dice la legge: obbligatorie due settimane consecutive.

    Ferie estive. Che cosa dice la legge: obbligatorie due settimane consecutive.

    Il diritto alle ferie annuali è ribadito dalla costituzione, ispirato da ragioni che traggono origine dall’esigenza di tutela dell’integrità fisica-psicologica e dello stato di salute del cittadino-lavoratore dipendente. Un principio sostenuto anche sulla base di argomenti di ordine pubblico. In sintesi, la legge prevede per il datore di lavoro l’obbligo di concedere un periodo di ferie di due settimane nel corso dell’anno di maturazione; l’obbligo di concedere due settimane consecutive di ferie, se richiesto dal lavoratore, nel corso dell’anno di maturazione; la fruizione del restante periodo minimo di due settimane nei 18 mesi successivi all’anno di maturazione. Le ferie sono fruite, anche frazionatamente, nel corso di ciascun anno solare in periodi programmati. Il datore di lavoro può esprimere la sua decisione, in merito all’autorizzazione alle ferie, anche all’ultimo momento. Di fatto, il datore di lavoro non deve rimborsare le spese delle vacanze prenotate dal lavoratore, se non ha autorizzato le ferie. Deve rimborsare tali spese, soltanto in caso di revoca dell’autorizzazione alle ferie, in mancanza di gravi ed eccezionali esigenze aziendali. Non esiste un obbligo di accordo tra il datore ed il prestatore, nel determinare il periodo di ferie. E’ un diritto del dipendente la possibilità di godere 15 giorni di ferie consecutivi nel periodo estivo. (Fonte: ilcentro.it)

    Leave a reply →

Fai un commento

Cancella messaggio

Photostream