logo

    • 25 GEN 17
    • 0
    Il Centro Antiveleni degli “Ospedali Riuniti” di Foggia riferimento della Regione Puglia.

    Il Centro Antiveleni degli “Ospedali Riuniti” di Foggia riferimento della Regione Puglia.

    Centro Antiveleni di Foggia riferimento della Regione Puglia.
    anna-leporeLa dottoressa responsabile Anna Lepore: “E’ un traguardo raggiunto dopo circa 12 anni di sacrifici ed abnegazione, superando ostacoli burocratici e gestionali in un ambito misconosciuto”. Il Centro Antiveleni degli Ospedali Riuniti di Foggia, gestito dalla responsabile dott.ssa Anna Lepore, è stato individuato come unico Centro Antiveleni della Regione Puglia come da D.G.R. 22/11/2016 pubblicato sul B.U.R.P. n. 1 del 03/01/2017, già riconosciuto a livello nazionale dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali in data 07/12/2008. I CAV sono sorti in tutto il mondo in risposta all’esigenza di poter disporre di servizi inseriti nel Sistema Emergenza-Urgenza attivi H/24. Il Centro Antiveleni di Puglia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria ‘OO.RR.’ di Foggia annualmente gestisce più di mille casi derivanti dagli ospedali del territorio regionale ed extraregionale, dai Pronto Soccorso, dai 118, dai Punti di Primo Intervento, dalle cliniche private, dalle RSSA, dagli studi medici specialistici, di base e dall’utenza privata. I compiti che un Centro Antiveleni deve assolvere sono la gestione delle intossicazioni, le attività di sorveglianza, di vigilanza, di allerta e prevenzione, la ricerca scientifica, la formazione e l’addestramento, le consulenze tossicologiche, la gestione e valutazione del rischio chimico (REACH) (Accesso Archivio Preparati Pericolosi) e la farmacovigilanza. La disponibilità di un Centro Antiveleni sul territorio regionale consente di garantire un miglior assetto organizzativo del Servizio Sanitario Regionale e riduce gli accessi in Pronto Soccorso mediante una costante attività di follow-up diretta all’utenza, eseguita dal personale del Centro. Tutto ciò si traduce in una riduzione della spesa sanitaria. Il Centro Antiveleni regionale ha in essere la realizzazione, con supporto degli organismi regionali competenti, di un sistema a rete che permetta di monitorare costantemente l’utilizzo e l’impiego degli antidoti nella Regione Puglia al fine di ridurre la tempistica nella fornitura antidotica e la spesa sanitaria. Quello del capoluogo dauno è l’unico centro in tutto il Sud Italia ad avere a disposizione il dosaggio delle Amanitine urinarie, test fondamentale per la conferma di avvelenamento da funghi del genere Amanitina, grazie all’attività di collaborazione continua del Laboratorio Analisi degli “Ospedali Riuniti” di Foggia.  E’ inserito nel circuito di segnalazioni europee richieste da ECHA e svolge, inoltre, attività di valutazione riferimento etichettatura di circa 9mila schede di sicurezza di prodotti considerati a rischio intossicazione. Dichiara la dott.ssa Lepore: “Essere centro di riferimento per la Regione Puglia è motivo d’orgoglio per lo staff del Centro Antiveleni di Foggia, per l’Azienda Ospedaliero-Universitaria tutta, per la cittadinanza e per la nostra Regione. E’ un traguardo raggiunto dopo circa 12 anni di sacrifici ed abnegazione, superando ostacoli burocratici e gestionali in un ambito misconosciuto”. (Fonte: foggiatoday.it)

     
    Leave a reply →

Fai un commento

Cancella messaggio

Photostream